Il mondo induista, sempre così pronto a improntare ogni cosa al suo approccio tipicamente universalista, considera forme diverse di yoga create per adattarsi a diversi temperamenti. L’Hatha yoga è una pratica che si adatta perfettamente a persone dal temperamento forte.
L’Hatha yoga, per chi possiede una visione d’insieme sul mondo filosofico, è una pratica che sul piano concettuale sposa l’umanesimo di Protagora (v sec a.C), spostando l’interesse filosofico dalla natura all’uomo, con una riscoperta del corpo come strumento di grande valore nella via di emancipazione della persona integrando in sé gli aspetti psicofisici con la dimensione spirituale.

“Lo Yoga si volge verso l’interno del corpo. Il suo scopo non è tanto quello di costruire una muscolatura imponente, quanto agire in profondità sugli organi, nel sistema nervoso, nella respirazione. Il suo obiettivo: perfezionare tutto l’individuo.”

Il campo d’azione dell’ Hatha yoga è il corpo sottile che si dipana intorno al corpo fisico. Il corpo sottile è composto di prana, forza vitale, un campo di energia pulsante che attraversa le Nadi (correnti assiali). Lungo Susumna-nadi sono disposti dei centri di forza, c.d chakra.
L’ Hatha Yoga, nella sua variante più moderna in vinyasa flow (yoga dinamico), offre al praticante un approccio tradizionale nella formazione del pensiero e delle asana, senza rinunziare al gesto tecnico sportivo nel passaggio da una posizione (asana) all’altra.

Il risultato è un corpo tonico e flessibile.

Il corso è articolato in due appuntamenti settimanali, rispettivamente il Lunedì e il Mercoledì alle ore 19.00 ed è aperto a tutti.
La prima lezione è gratuita, inoltre, è possibile usufruire d’ingressi singoli e abbonamenti mensili e lezioni personalizzate previo appuntamento.